Press "Enter" to skip to content

Verba Volant

 

fonte: artribune

“Verba volant scripta…” è una serie di sculture incentrata sulla rivisitazione in chiave ironica del detto latino “Verba volant scripta manent”. Gli scritti sì restano a formare fisicamente il corpo dell’opera, ma in una condizione di totale espropriazione di significato, per assumere sembianze animali (soggetto privo di parola per antonomasia) ed impiegarsi in qualche attività ad essi impropria. Riportando i titoli delle composizioni alla sfera semantica originaria della parola, cioè quella umana, si potrà osservare come parole volanti, indecise, nitrite o addormentate siano in realtà universalmente presenti nella quotidianità dell’individuo, a partire dalle informazioni percepite attraverso i media, per arrivare alle conversazioni con un ipotetico prossimo, finanche alle riflessioni che l’individuo porta in analisi a sé stesso. Allo stesso modo accade di disattendere alle scritture, siano esse di qualsiasi tipo, dai contratti alle lettere d’amore… “le parole volano, gli scritti fuggono”.

BIFFI ARTE
Piacenza
16/02 – 03/03/2013

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *